Il Simbolo impalpabile: la pratica educativa

Quinto incontro

E se parlassimo di Simbolo nella pratica educativa? Lo si può spiegare o è qualcosa che emerge dall’azione e dall’interazione? Può un diverso approccio allo strumento o a qualsiasi altra materia essere veicolo di importanti significati? Ne parleremo con il chitarrista, arrangiatore e insegnante di musica Angelo Martines nell’ultimo incontro della nostra rassegna dal titolo “La letteratura e gli altri: dialoghi”. Un’entusiasmante conclusione che chiude il nostro viaggio, alla ricerca dei significati che accomunano e differenziano le diverse professioni prese da noi in esame per affrontare il complicato tema del simbolo. Non mancate! 

Vi aspettiamo il 20 luglio, ore 18:30 in diretta sul nostro canale YouTube!

Devi accettare i cookies statistics, marketing per vedere questo video.

Con Angelo Martines

Chitarrista, arrangiatore, insegnante di musica, Angelo Martines nasce a Gela nel 1976 e inizia gli studi di chitarra classica all’età di 10 anni. Dopo la maturità scientifica prosegue con gli studi sotto la guida del M° Stefano Palamidessi con il quale si diploma brillantemente presso il conservatorio G. Rossini di Fermo. 

Dal 1997 al 2001, parallelamente agli studi di composizione e a quelli di chitarra elettrica jazz con il M° Umberto Fiorentino, frequenta il  corso di alta formazione concertistica presso l’Accademia Internazionale di chitarra “Arts Academy” di Roma, dove si perfeziona con  il M° Nuccio D’Angelo, il M° David Russell, il M° Nigel North, il M° Roland Dyens, M°Carlos Bonell, M° David Starobin, il M° Albert Ponce, il M° Alirio Diaz,  il M° Frank Bungarten, il  M° Betho Davezac ed il M° Carlo Marchione.

Nel 2001 insegna chitarra a Holmavik (Islanda) e terrà concerti e masterclass a Reykjavik , presso il consolato italiano in Islanda. Continuerà a perfezionarsi con il M° Giovanni Puddu. Oltre all’attività solistica che lo vede esibirsi presso varie associazioni nazionali, è attualmente consulente musicale per la cooperativa teatrale  “Punto Improprio”,  per la quale ha composto musiche per spettacoli teatrali come La dodicesima notte di W. Sheakspeare  e Rosso Malpelo di G. Verga . 

E’ componente del Duo Anlagen, un progetto di musica contemporanea per clarinetto e chitarra, duo che ha ottenuto diversi premi in varie competizioni nazionali ed internazionali, tra cui il Primo Premio al concorso internazionale “E. Sollima” e Primo Premio a concorso internazionale “Città di Barcellona”. Decisivo l’incontro con la pianista e concertista Christa Butzberger, con la quale si dedica all’approfondimento della fenomenologia musicale, come delineata per primo dal grande direttore romeno Sergiu Celibidache. Grazie al suo trascorso, è oggi un artista poliedrico ed ha in attivo diversi progetti che hanno come scopo quello di fondere insieme più arti: crea “Materia”, progetto di musica e visual art che mette in scena all’auditorium Rai di Palermo e collabora con la danzautrice Ilenia Romano nel progetto “Alegre Saudade” per corpo e chitarra. E’ docente di chitarra presso il Liceo Musicale “Cavour” di Torino.

Gli appuntamenti precedenti

Il Simbolo Il 2020 è stato caratterizzato (e lo è ancora) dalla spiazzante emergenza sanitaria e sociale degli ultimi mesi, inducendo l’intera comunità mondiale e

Scopri di più »
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Novità

Il Simbolo tra parola e musica

Il 13 Luglio 2020, in compagnia di Leo Pusterla, band leader, chitarrista e cantante della nota band italo-svizzera Terry Blue, abbiamo parlato del Simbolo tra parola e musica.

Il Simbolo nella pratica riabilitativa

Il 30 giugno 2020, con il filosofo e psicologo clinico Massimo Buratti, abbiamo parlato del simbolo nella pratica riabilitativa.

Il Simbolo nella pratica poetica

Il 23 giugno 2020, con il grande poeta e traduttore Fabio Pusterla, abbiamo parlato dell’utilizzo del simbolo nella pratica poetica.

Login