Il Simbolo nella pratica riabilitativa

Secondo incontro

L’Associazione culturale Lampioni Aerei vi aspetta per il secondo appuntamento di “La letteratura e gli altri: dialoghi”, un ciclo di incontri sul tema del Simbolo. Vi aspettiamo il 30 giugno (ore 18:30) in diretta sul nostro canale YouTube, con il filosofo e psicologo clinico Massimo Buratti che ci parlerà del simbolo nella pratica riabilitativa.

Il video dell'incontro

Con Massimo Buratti

Filosofo, psicologo, criminologo, musicoterapeuta, counselor, formatore e supervisore clinico. Docente a contratto presso l’università Ca’ Foscari di Venezia e presso l’Università Bicocca di Milano.

Lavora dal 1993 nel campo della riabilitazione psichiatrica e psicosociale e attualmente è vicepresindente della Fondazione Lighea Onlus, realtà che opera sul territorio lombardo in merito al disagio psichico. Dal 2015 è supervisore clinico presso il Policlinico San Matteo di Pavia, nel reparto di oncoematologia pediatrica della struttura. Socio fondatore di Aspic Psicologia di Milano, svolge anche attività di filosofo formatore e counselor clinico presso Studio Eidos – Formazione e ricerca.

Si occupa da anni di formazione esperienziale, team-building, coaching in ambito sanitario, scolastico ed aziendale. Ha pubblicato diversi articoli su tematiche cliniche, di riflessione e di filosofia teoretica. Di recente, come psicologo clinico di Soleterre ONLUS, ha svolto attività di supporto al personale ed ai familiari presso il Policlinico San Matteo di Pavia in seno all’emergenza Covid-19.

Gli appuntamenti a seguire

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Novità

Negritude

Nel suo saggio “Orfeo nero”, Senghor (1906-2001) fa conoscere all’Europa il significato della parola ‘negritude’. Nei costumi, nei canti, nei ritmi, nelle danze, di cui il tam tam, nel rullio martellante dei tamburi. Ma cos’è veramente questa negritudine?

Incroci di poesia n. 7

Per questo settimo incrocio due poeti nati negli anni Novanta, uno toscano e una veneziana, presenti nel XIV Quaderno italiano di poesia contemporanea a cura di Franco Buffoni (Marcos y Marcos, 2019), Pietro Cardelli (1994) e Maddalena Lotter (1990). I testi qui pubblicati in parte sono inediti e in parte provengono dalle raccolte presenti nel Quaderno, rispettivamente dal titolo La giusta posizione e Questioni naturali.

La marcia di Radetzky, Joseph Roth

Il romanzo più noto di Joseph Roth, del 1932, tratteggia con toni elegiaci e quasi nostalgici la fine dell’impero asburgico attraverso le vicende di tre generazioni della famiglia Trotta.

Incroci di poesia n. 6

Per questo sesto incrocio due poeti nati negli anni Ottanta e Novanta, uno toscano e uno calabrese, Bernardo Pacini (1987) e Demetrio Marra (1995), con poesie provenienti rispettivamente dalle raccolte Cos’è il rosso (Edizioni della Meridiana, 2013) e Fly mode (Amos Edizioni, 2020), e da Riproduzioni in scala (Interno Poesia, 2019).

Login