Il Simbolo tra parola e musica

Quarto incontro

“Il Simbolo tra parola e musica”: ecco il titolo del quarto incontro della nostra rassegna dal titolo “La letteratura e gli altri: dialoghi” in compagnia di Leo Pusterla, band leader, chitarrista e cantante della nota band italo-svizzera Terry Blue!

Il famoso cantautore, autore di oltre un centinaio di testi (in inglese, italiano e francese), risponderà alle nostre domande circa la pratica della scrittura di un testo destinato al mondo della musica e come quest’ultima diventi essa stessa matrice generatrice del simbolo evocativo.

Vi aspettiamo numerosi giorno 13 luglio, ore 20:30, in diretta sul nostro canale YouTube!

Con Leo Pusterla

Leo Pusterla è cantautore, chitarrista e compositore dei Terry Blue, un collettivo indie-folk/new-soul da lui fondato nel 2013 a Lugano. Dal 2016 Tery Blue è composto dalla partecipazione fissa di Andrea Zinzi (chitarra elettrica), Giuliano Ros (basso elettrico), Matteo Mazza (batteria) ed Eleonora Gioveni (corista). Attivi nella scena musicale svizzera, collabora da anni con la RSI Radiotelevisione svizzera. Oltre a concerti dal vivo, Terry Blue è attivo sulla scena musicale con produzioni proprie, con la pubblicazione di un EP, “Mécanique Ep” (2016) e due album: “The Burning Trees” (2016) e “Even If This Winter Seems To Last Too Long” (2018).

Il collettivo é stato selezionato come finalista nel prestigioso concorso MyCoke Music Soundcheck Switzerland 2019 e ha vinto il Preis der Relevanz Luzern 2019, premio dedicato all’impatto e all’impegno sociale della produzione musicale.

Ha partecipato nel 2019 al “Visa Freedom For Kosovo Tour”, accompagnato e sostenuto dalla label lucernese e dall’omonimo gruppo Die Die Be e dal gruppo kosovaro Zwada. Avrebbe dovuto partecipare ad un tour a Londra, posticipato a causa dell’emergenza Covid-19. Attualmente collabora anche con studi di produzione italiani, tra cui RKH Studios di Torino.

Profondamente influenzato dalla produzione di artisti quali Ben Howard, The 1975, Bon Iver e Dermot Kennedy, il collettivo Terry Blue sta ultimando i preparativi per la pubblicazione del loro quarto album “Only To Be There”, la cui uscita é prevista per l’inverno del 2020.

Tutti i testi (in inglese) e le musiche dei Terry Blue sono scritti dallo stesso Leo Pusterla che, oltre al suo gruppo principale, ha avviato progetti musicali che prevedono la scrittura di testi anche in lingua italiana e in francese.

Gli appuntamenti a seguire

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Novità

Negritude

Nel suo saggio “Orfeo nero”, Senghor (1906-2001) fa conoscere all’Europa il significato della parola ‘negritude’. Nei costumi, nei canti, nei ritmi, nelle danze, di cui il tam tam, nel rullio martellante dei tamburi. Ma cos’è veramente questa negritudine?

Incroci di poesia n. 7

Per questo settimo incrocio due poeti nati negli anni Novanta, uno toscano e una veneziana, presenti nel XIV Quaderno italiano di poesia contemporanea a cura di Franco Buffoni (Marcos y Marcos, 2019), Pietro Cardelli (1994) e Maddalena Lotter (1990). I testi qui pubblicati in parte sono inediti e in parte provengono dalle raccolte presenti nel Quaderno, rispettivamente dal titolo La giusta posizione e Questioni naturali.

La marcia di Radetzky, Joseph Roth

Il romanzo più noto di Joseph Roth, del 1932, tratteggia con toni elegiaci e quasi nostalgici la fine dell’impero asburgico attraverso le vicende di tre generazioni della famiglia Trotta.

Incroci di poesia n. 6

Per questo sesto incrocio due poeti nati negli anni Ottanta e Novanta, uno toscano e uno calabrese, Bernardo Pacini (1987) e Demetrio Marra (1995), con poesie provenienti rispettivamente dalle raccolte Cos’è il rosso (Edizioni della Meridiana, 2013) e Fly mode (Amos Edizioni, 2020), e da Riproduzioni in scala (Interno Poesia, 2019).

Login